Home » contro informazione » Nucleare e acqua: vota ai Referendum (aggiornato)

Nucleare e acqua: vota ai Referendum (aggiornato)

I Referendum riguardano:

  • L’abolizione degli articoli di una legge che prevede la costruzione di centrali nucleari in Italia (su questo stesso tema il Popolo italiano ha già detto con un Referendum partecipatissimo che non vuole centrali nucleari nel 1986).

La costruzione di centrali nucleari (che entrerebbero in funzione tra 20 anni e ci costrerebbero nel frattempo migliaia di miliardi di euro) è un grande affare che arricchirà la mafia, alcune grandi imprese di costruzioni, i politici corrotti. Non serve il nucleare per ottenere energia, serve ricerca per le energie pulite, naturali, rinnovabili, e un ripensamento del nostro stile di vita che eviti gli sprechi.

Sappi che il Governo ha appena varato una legge che taglia gli incentivi alle installazioni di pannelli solari e altre risorse per produrre energia pulita: un aiuto alla lobby del nucleare e un danno enorme a moltissime piccole e medie imprese che producono e installano pannelli solari, pale eoliche etc. La Regione Toscana assieme ad altre regioni ha già chiesto che la norma sia cancellata.

  • La restituzione della proprietà delle fonti e dei corsi d’acqua al Popolo italiano, vietando la privatizzazione di una risorsa della vita. Privatizzeresti l’aria?

vedi qui la pagina di L’acqua bene comune

firma la petizione di Acqua bene comune per l’election-day unico

  • L’abolizione del “Legittimo impedimento” che consente al Presidente del Consiglio e altre alte cariche di sottrarsi al processo contro la Costituzione, secondo la quale “La legge è uguale per tutti” e prevale su ogni comportamento.

leggi qui (Wikipedia) che cos’è il “Legittimo impedimento”

 

Replica se vuoi queste informazioni sul tuo Blog/sito : il Referendum deve essere valido, è questione di civiltà

Devi sapere che effettuare le votazioni in due date diverse costa al paese 400 milioni di euro in più.

Devi sapere che ieri si è votato in Parlamento la mozione (proposta dal PD che finalmente ha assunto il Referendum) di unificare le giornata giornata elettorale con quella delle elezioni regionali: la mozione non è passata per un voto (275 pro, 276 contro), quello del Deputato Onorevole Marco Beltrandi, radicale eletto con il PD. Ricordatelo quando vai a votare. Qui la notizia con il numero degli assenti

Devi sapere che la scelta di non tenerle lo stesso giorno è funzionale a far fallire il referendum perché un referendum (ad eccezione di quelli di conferma di modifiche costituzionali) per essere valido deve avere il quorum dei votanti (il 50% più uno degli aventi diritto al voto; contano le schede validamente votate e quelle nulle o bianche). I contrari al referendum contano sull’ASTENSIONE – non astenerti! accettare il confronto democratico fa parte dei tuoi doveri e dei tuoi diritti: non farti manovrare come una marionetta.

Clicca su questo link (alla pagina di Greenpeace)

I motivi per cui si vuole far fallire i referendum è perché il Governo è sicuro di perderli.

La reazione all’incidente in Giappone non è solo emotività (certo è dolore e preoccupazione): le centrali giapponesi sono state fin qui ritenute le più sicure, gestite bene e da un paese estremamente attento ai temi della sicurezza anche per aver sperimentato gli effetti del nucleare sulla salute umana per generazioni dopo pa bomba di Hiroshima. Tutti i paesi che usano energia nucleare (da oggi anche gli USA) hanno annunciato che il nucleare è una energia decotta e deve essere sostituita.

A Fukushima stanno rilasciando radioattività non soltato i tre reattori in funzione al momento del terremoto, ma anche gli altri 3 spenti per manutenzione: al reattore 4 stanno rilasciando altissimi tassi di radionuclidi le scorie di combustibile nucleare non più refrigerate (vd qui e qui).


Informati sui referendum, firma le petizioni perché si possano tenere in una data utile e agevole per i cittadini, vai a votare: sei un cittadino, non un suddito delle conventicole di potenti che stracciano la carta costituzionale, ci privano di risorse vitali come l’acqua e ci metterebbero se potessero sotto la minaccia mortale degli incidenti nucleari per proseguire nei loro affari, nella loro corruzione.

vota SI ai referendum

se non è questo che vuoi per il tuo paese e per te


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...