Home » variediarie » Insegnanti “meritevoli” – di che?

Insegnanti “meritevoli” – di che?

Per uno stipendio che a fine carriera si aggira sui 1700 euro (netti – tirati su), qualunque insegnante non insulti gli studenti e non sia pedofilo è “meritevole” – dato che lo stipendio gli basta giusto per non crepare di fame (e mantenere una parte di famiglia sempre che mangino poco). Perché ne trovi pochi di lavoratrici e lavoratori che si fanno il culo (e non possono fare a meno di farselo) per 1700 euro a fine carriera come standard non di esecutori ma di professionisti.
Da quando poi la scuola è diventata anche un simpatico luogo che sostituisce i servizi di assistenza sociale alla famiglia (ti trovi a far di tutto a scuola, specie ai ricevimenti genitori, dove ti rovesciano addosso le storie di famiglia e per ultimo ti chiedono come va il pupo) per 1700 euro a fine carriera fai pure i doppi turni.
A scuola lavori il pomeriggio e la domenica, la scuola ti segue tra i fantasmi della giornata, di notte ti svegli e ti capita anche se non vorresti di stare a pensare alla scuola. O meglio: alle 90 persone che hai davanti giorno dopo giorno.
Chi è che valuta i docenti “meritevoli” e su che criteri?
Gesù?
Il mago Othelma?
Facciamoci due risate: la valutazione degli insegnanti è organizzata da personaggi autorevoli, sotto ogni profilo professionale e esperienziale, sono i pedagoghi del PDL che di ragazzi e insegnamento se ne intendono perché organizzano i festini con le diciassettenni per l’Utilizzatore Finale (ora anche, a quanto indagano, promotore iniziale di prostituzione minorile) e quella testa pensante di intellettuale, avvocato di rango diplomato CEPU, che è la ministra gelmini, sostenuta da una persona di grande statura che è Brunetta, allo scopo di risparmiare per le spese risparmiose grazie alle quali siamo tutti più poveri di Giulio il Mago.
E vvvai.
E da giugno l’Invalsi valuterà coi quiz i ragazzetti di seconda superiore. Garanzia di qualità, te lo dice il MIUR, Ministero Ignoranza Universalmente Riconosciuta.
Il tutto a costo zero.
Tag Technorati:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...